Cronaca

Abusi sulle nipotine, in carcere un 70enne accusato di violenza sessuale aggravata

FOGGIA – Un 70enne della provincia di Foggia è stato arrestato dalla Polizia perché avrebbe abusato a lungo di due nipotine da quando queste avevano circa otto anni.

L’uomo è accusato di violenza sessuale aggravata.

A quanto si apprende, le indagini della squadra mobile della questura di Foggia, coordinate dalla locale procura, avrebbero permesso di raccogliere importanti elementi per sostenere il quadro accusatorio. 

Una delle due bimbe vittime di violenza, oggi ancora minorenne, si sarebbe confidata con alcune operatrici di un centro antiviolenza che nella scuola da lei frequentata hanno tenuto una lezione contro la violenza su donne e minori. Avrebbe detto loro di essere stata vittima di violenze sessuali da parte del nonno.

Le operatrici quindi hanno segnalato la vicenda alla polizia che ha avviato le indagini che hanno portato la procura di Foggia a chiedere l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del settantenne.

Le violenze sarebbero avvenute nell’arco temporale di due anni, dal 2020 al 2022, da quando la piccola aveva otto anni.

La segnalazione alla polizia risale al dicembre 2022. La piccola, dopo aver parlato con le operatrici del centro antiviolenza, si sarebbe confidata anche con la sorella maggiore, che oggi ha 18 anni, la quale avrebbe rivelato di essere stata anche lei vittima di violenze da parte del nonno quando aveva otto anni, stessa età in cui avrebbe subito gli abusi la sua sorellina.

Le violenze sarebbero state commesse quando le piccole, in periodi differenti, sarebbero rimaste sole con il nonno e quando lo stesso le accompagnava a fare attività ricreative.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio