Attualità

Bara abbandonata in un cassonetto a San Clemente nel riminese. Scoppia il caso, la foto diventa virale e l’ironia spopola

RIMINI – Che nei cassonetti dei rifiuti, differenziata o meno, si trovi o si possa trovare di tutti, in Italia, è orassi consolidata. Ma una bara ancora incellofanata è un record storico.

Talmente storico che l’autore della foto della bara lasciata nel cassonetto a San Clemente, un comune dell’hinterland riminese, è diventata subito virale e, ovviamente, con l’inevitabile corollario di ironia tutta italica.

Da chi ha pensato adi preparativi per un “Halloween” alla grande, a chi invece ha pensato che probabilmente chi se ne è disfatto potrebbe aver fatto un errore di valutazione del proprio stato di salute e, una volta rassicuratosi, si è disfatto della bara ormai, al momento, inutile.

Ma ci sono anche i commenti ambientalisti, tipo chi si è chiesto se fosse “riciclabile” (nel senso del materiale ovviamente.

La sindaca di San Clemente, Mirna Cecchini, è intervenuta per scusarsi e per precisare che il “rifiuto” è stato prontamente rimosso. Lo riporta la stampa locale.

La bara, avvolta e coperta da teli di plastica, è stata avvistata in un comune cassonetto di spazzatura indifferenziata, martedì pomeriggio, da diversi cittadini che si sono trovati a passare nei pressi del cimitero di San Clemente.

Sul gruppo Facebook ‘Sant’Andrea in Casale’ nel giro di poche ore gli scatti si sono moltiplicati scatenando innumerevoli reazioni, non tutte condite di ironia.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio