Cronaca

Bimba morta dopo lo schianto della “Freccia Tricolore” a Torino: avviso di garanzia tecnico al pilota e accertamenti strutturali sull’aereo

IVREA – Avviso di garanzia tecnico al pilota, e accertamenti tecnico-strutturali, sul velivolo delle Frecce Tricolori precipitato sabato pomeriggio vicino Torino, nell’inchiesta pe rla morte della bambina di cinque anni causata dall’impatto dell’aereo col suolo.

La Procura di Ivrea, che indaga sulla vicenda, ha infatti notificato un avviso di garanzia o al pilota della “Freccia Tricolore” che il 17 settembre si è schiantato nella zona di San Francesco al Campo, poco lontano dall’aeroporto di Caselle, provocando la morte di una bimba di 5 anni.

Il provvedimento è indispensabile, si precisa dagli ambienti giudiziari piemontesi, per procedere ad alcuni accertamenti tecnici irripetibili e non è legato ad accuse specifiche o ad attribuzioni di responsabilità. 

L’atto è stato notificato dai Carabinieri e, secondo quanto si apprende, contiene soltanto riferimenti al titolo di reato (disastro e omicidio in forma colposa) per il quale è stato aperto il procedimento giudiziario.

Al pilota è stato affidato un avvocato d’ufficio. Sempre secondo quanto si apprende, è possibile che la difesa del militare sarà assunta da un legale dell’Avvocatura dello Stato.

Secondo indiscrezioni, l’areo risalirebbe a parecchi decenni or sono e su questo, oltre ad altri aspetti legati proprio alla dinamica del volo e della caduta, i magistrati di Ivrea incentreranno le loro indagini al fine di avere il quadro della vicenda il più chiaro e completo possibile.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio