Cronaca

“Delitto di Via del Ciclamino” a Rimini. Quattro le coltellate fatali nel garage per Pierina Paganelli. Nuovi interrogatori e accertamenti

RIMINI – Prime, poche, certezze sul “Delitto di Via Del Ciclamino” a Rimini. Sarebbero quattro le coltellate che, mercoledì scorso, avrebbero procurato la morte di Pierina Paganelli, la 78enne trovata senza vita nel vano garage di un condominio in Via del Ciclamino, appunto.

Pierina Paganelli, la vittima

Quattro coltellate che, a differenza di quanto si era ipotizzato, avrebbero ucciso subito la donna, raggiunta a terra da 17 coltellate. E gli inquirenti, ora, non escludono nemmeno l’ipotesi che possa trattarsi anche di due persone ad aver teso l’agguato a Pierina Paganelli.

Questo primo punto fisso è stato stabilito grazie ai primi esiti dell’autopsia eseguita dalla dottoressa Loredana Buscemi, medico legale, e disposta dal Sostituto procuratore di Rimini, Daniele Paci.

Intanto la Scientifica riminese è tornata in via del Ciclamino per accertare e trovare riscontri su alcune circostanze, tra cui la presenza sulla scena, dove è stata ritrovata la vittima, di tre persone.

Per ora non ci sono indagati e la Squadra Mobile sta ricostruendo la nottata che ha poi portato all’omicidio della 78enne di Rimini.

Sentita di nuovo la nuora della vittima, colei che ha ritrovato il corpo e accertamenti son stati effettuati anche a casa del fratello a Riccione.

Approfondimenti anche sulla coppia di vicini di casa della nuora e di un altro uomo, sabato sentito in tribunale, accompagnato dalla moglie e che avrebbe ferite ad una gamba e al braccio che afferma essere la conseguenza di una caduta in motocicletta.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio