Cronaca

Esplosione alla Sabino di Casalbordino, tre morti. Nel 2020 altri tre operai persero la vita in un incidente

CASALBORDINO – Tre vittime il bilancio di una deflagrazione che si è verificata alla Sabino Esplodenti di Casalbordino (Chieti) per cause ancora in corso di accertamenti.

Anche nel dicembre del 2020, in un altro incidente nella stessa azienda di Contrada Termini, persero la vita tre operai. 

La  fabbrica smaltisce e recupera polvere da sparo da bonifiche.

L’ultimo incidente mortale in Abruzzo che abbia riguardato fabbriche o depositi di materiale pirico risale allo scorso febbraio, quando un uomo morì nell’esplosione di un deposito alle porte di Teramo.

L’azienda del vastese non è nuova a queste tragedia: nella stessa fabbrica nel 1992 era morto il 48enne Bruno Molisani, ucciso dall’innesco di una spoletta; e nel 2009 due persone rimasero ferite gravemente in un’esplosione.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio