CronacaEsteri

Giovane mamma muore con la figlia aggrappata che cerca di svegliarla. I paramedici le avevano detto che stava bene

Wolverhampton – Una mamma è stata trovata morta, con la figlia piccola aggrappata a lei nel tentativo di svegliarla.

Lauren Page Smith, di Wolverhampton, 29 anni, aveva chiamato il servizio d’emergenza, per un consiglio quando aveva iniziato a soffrire di dolori al petto e vomito. 

I paramedici del West Midlands Ambulance Service hanno eseguito brevi valutazioni, ma in seguito all’esito fatale hanno affermato di aver “interpretato male le letture del suo elettrocardiogramma a causa della mancanza di formazione”. 

Un esame autoptico ha rivelato che Lauren è morta per un improvviso attacco di cuore a seguito di un coagulo di sangue nel polmone.

Il collaboratore di Lauren, Michael Portman-Hann, degli avvocati dell’FBC Manby Bowdler, ha dichiarato: “Lauren ha chiamato per un consiglio perché aveva dolore al petto e vomito, e le è stata inviata un’ambulanza. 

I paramedici hanno eseguito brevi valutazioni, ma sembra che abbiano interpretato male i risultati dell’ECG a causa della mancanza di formazione e l’abbiano erroneamente rassicurata che stava bene.

“Le è stato offerto il trasferimento in ospedale, ma poiché le è stato detto che l’attesa sarebbe durata più di quattro ore e che sarebbe stata semplicemente osservata e rimandata a casa, ha deciso di non andare. Purtroppo è morta poche ore dopo, lasciando la sua famiglia sconvolta e la figlia di due anni, che ora crescerà senza sua madre.

“Questa è stata una tragedia straziante per la famiglia di Lauren e naturalmente vogliono capire come si sono svolti gli eventi. Ci auguriamo che l’inchiesta di dia delle risposte e ci garantisca che ai sanitari vengano impartite lezioni appropriate in modo che altre famiglie non debbano affrontare qualcosa di simile in futuro”.

Un’inchiesta sulle circostanze della morte di Lauren si svolgerà presso la corte del coroner del Black Country il 1° novembre. 

Un portavoce del servizio di ambulanza del West Midlands ha detto a BirminghamLive: “Vorremmo scusarci con la famiglia di Lauren Smith.

Il Trust ha condotto un’indagine approfondita su quanto accaduto per vedere quale insegnamento si potesse trarre da un caso così tragico. Siamo determinati a fare tutto il possibile per cercare di impedire che qualcosa del genere accada di nuovo. 

La revisione ha formulato una serie di raccomandazioni che sono state implementate, tra cui fornire ulteriori informazioni ai nostri medici sul riconoscimento della sindrome coronarica acuta (ACS), in particolare nelle donne. Ci auguriamo che l’inchiesta risponda a tutte le domande della famiglia su questo caso”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio