Cronaca

Ha una voce l’assassino, un uomo, di Pierina Paganelli, la donna 78enne uccisa con 17 coltellate nel condominio di Via del Ciclamino

RIMINI – Ha almeno una voce l’assassino di Pierina Paganelli, la 78enne del posto accoltellata con 17 colpi, il 3 ottobre scorso, nel vano garage della sua abitazione in un condominio di Via del Ciclamino.

La voce, una brevissima rase prima dell’omocidio, è stata raccolta dalle riprese del sistema di videosiìorveglinza dell’edificio residenziale.

“Ciao” e poi le urla. Non si sente nitidamente, ma si intuisce che una voce maschile prima saluta Pierina Paganelli e poi l’accoltella.

La registrazione è disturbata perché ascoltandola si capisce che la telecamera è a diversi metri di distanza da dove la vittima è stata aggredita. Inoltre è in un garage chiuso, ma con porta forata che lascia passare suoni e luci.

La telecamera è rivolta verso l’interno, installata da un condomino nella sua proprietà privata. Quella registrazione è da tempo stata acquisita dagli investigatori della squadra mobile di Rimini che, coordinati dal sostituto procuratore Daniele Paci stanno cercando il bandolo di un omicidio misterioso.

La registrazione potrà essere utile se dai laboratori romani della polizia scientifica si riuscirà ad ottenere un suono più nitido di quello originale, se dovesse essere confermata la voce maschile e il saluto confidenziale, si rafforzerebbe l’ipotesi che l’omicida è una persona conosciuta ed in confidenza con la vittima. Un uomo.

Ieri sera intorno alle 22 intanto in via del Ciclamino la squadra scientifica e la mobile sono tornati nel garage scena del crimine per dei rilievi fonometrici. I rilievi fonometrici servono anche per conoscere il rumore di fondo di un locale o per misurare il livello massimo di rumore derivante da una sorgente, alla stessa ora e con le stesse condizioni.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio