AmbienteCronaca

Il leone a Ladispoli catturato in serata e questa mattina di nuovo nella gabbia del circo. Si chiama Klimba, ma noi lo ribattezziamo “Papillon”

(Adnkronos) LADISPOLI – Scappato dal circo e perso per le vie di Ladispoli, sul litorale laziale, catturato ore dopo e questa mattina, fra le proteste degli animalisti anche per le modalità di cattura, è tornato di nuovo nella gabbia dalla quale era scappato.

Il nome del leone è Klimba, ma, vista la storia e l’attitudine la ricerca della libertà, potremmo ribattezzarlo “Papillon”, quei pochi intenditori di cinema e cultura capiranno.

Ore di panico, ieri, prima della cattura del leone in fuga, poi sedato in serata dalle squadre di veterinari giunte sul posto.  

L’allarme è scattato intorno alle 15.40. Sul posto sono intervenuti poliziotti, finanzieri e carabinieri della stazione Ladispoli, Civitavecchia e forestali che sono riusciti a individuare l’animale, visibilmente spaventato, intorno alle 16, in un canneto vicino al circo.

All’operazione ha preso parte anche un elicottero della polizia, che ha catturato le immagini del grande felino “a passeggio”. E’ arrivato anche il personale della polizia provinciale e lo stesso direttore del circo con una gabbia. In serata, la cattura.

L’animale, dopo aver vagato per ore nelle vie della cittadina laziale seguito a vista dalle forze dell’ordine, è stato infine sedato dalle squadre di veterinari e successivamente catturato e riportato nella sua sede di reclusione.

Non resta che attendere che sia applicata rigidamente la normativa che vieta l’utilizzo di qualsiasi animale e in qualsiasi modo nei circhi. Ma di questi tempi… —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio