Attualità

Il traforo del Monte Bianco chiude 9 settimane per lavori irrinviabili

AOSTA – Con la prefettura dell’Alta Savoia “ci siamo confrontati sull’ipotesi di chiusura del traforo del Monte Bianco che si protrarrà per un massimo di nove settimane per permettere l’esecuzione di interventi non procrastinabili” e “abbiamo comunque condiviso la necessità che venga, in ogni caso, garantita la data di riapertura del 18 dicembre prossimo per permettere il ripristino della viabilità prima del periodo natalizio e che, se possibile, questa stessa data sia anticipata”.

Così il presidente della Regione Valle d’Aosta, Renzo Testolin, sull’ipotesi di chiusura dal 16 ottobre formulata dal gestore della galleria, il Geie-Tmb. 

Il tunnel del Monte Bianco “rimarrà aperto durante le vacanze di Natale anche per favorire lo scambio di presenze turistiche”, aveva detto ieri il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, durante la conferenza stampa congiunta con la sua omologa francese, Catherine Colonna.

La chiusura di nove settimane è stata prevista dal gestore della galleria insieme alle aziende che si occuperanno dei lavori, sulla base della riprogrammazione delle opere. Il cantiere-test di 15 settimane per ristrutturare 600 metri di volta, che sarebbe dovuto partire lo scorso 4 settembre, era infatti stato rinviato di un anno dopo la frana del 27 agosto in Maurienne (Francia). Il dissesto aveva portato alla chiusura ai mezzi pesanti del traforo del Fréjus per 12 giorni.

Dopo la riunione della commissione intergovernativa italo-francese del 7 settembre scorso, si era parlato tuttavia di una chiusura di sei o sette settimane, quindi più breve.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio