EsteriSenza Categoria

Israele bombarda la Siria colpendo l’aeroporto di Aleppo. Donne e bambini tra i 2 e 5 anni morti in un raid su un convoglio umanitario. L’Iran minaccia l’intervento. Il conflitto rischia di estendersi

GAZA – Un raid aereo israeliano ha preso di mira l’aeroporto di Aleppo, città siriana controllata dal governo. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria dopo che un attacco simile ha colpito gli aeroporti di Aleppo e Damasco.

“Un raid israeliano proveniente dalla direzione del mare ha colpito l’aeroporto di Aleppo”, ha detto all’Afp Rami Abdel Rahman, responsabile dell’Osservatorio siriano per i diritti umani (Osdh).

Israele, secondo fonti dell’esercito della stella di Davide, ha risposto con colpi di artiglieria al fuoco proveniente dalle Siria dopo che sono risuonate le sirene dell’allarme aereo nelle Alture del Golan. Lo riferisce l’esercito.

“A seguito di una prima segnalazione di sirene suonate nelle comunità di Avnei Eitan e Alma, le forze di difesa israeliane sta attualmente colpendo la località in Siria da dove sono partiti i colpi”, si legge in un comunicato dell’esercito.

L’orrore senza fine e senza limite provocato dai bombardamenti sulla Striscia di Gaza, e non solo, ha prodotto un’altra agghiacciante strage di innocenti.

Donne e bambini sarebbero infatti tra le 70 vittime dell’attacco avvenuto ieri sera a un convoglio di profughi diretti verso il sud di Gaza lungo il corridoio umanitario.

A confermarlo alcuni video, riferiscono la Bbc e il Guardian, che mostrano la carneficina sulla scena. Nel filmato sono visibili 12 cadaveri. Si tratta soprattutto di donne e bambini, alcuni dei quali sembrano avere tra i 2 e i 5 anni.

L’Iran, intanto, ha mandato un messaggio a Israele tramite l’inviato Onu in Medio Oriente, spiegando che non vuole un’ulteriore escalation nella guerra tra Hamas e Israele, ma che dovrà intervenire se l’operazione israeliana a Gaza continua.

Lo riporta in esclusiva il sito Axios, citando due fonti diplomatiche a conoscenza della situazione. Una situazione, quella creatasi con il massiccio attacco a Gaza, che ora sembra pericolosamente avviata ad una escalation del conflitto e il coinvolgimento di altri paesi.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio