CronacaEsteri

La discoteca andata a fuoco in Spagna aveva ricevuto l’ordine di chiudere per irregolarità

MURCIA – Nel 2022 la discoteca spagnola dalla quale è partito l’incendio che ha ucciso tredici persone aveva ricevuto l’ordine di chiudere per una serie di irregolarità.

Lo hanno reso noto le autorità del comune del Comune di Murcia.  Il vicesindaco della città Antonio Navarro ha detto che il Comune di Murcia emise un’ ordinanza di chiusura della discoteca nel gennaio del 2022 in seguito ad alcune irregolarità riscontrate. Ordinanza contro cui i proprietari del locale presentarono ricorso. Da quel giorno, sino al tragico incendio di ieri, di fatto, la discoteca è rimasta aperta senza alcuna autorizzazione. 

I video nella discoteca con i mini bengala in mano

 Solo l’esame approfondito della polizia scientifica individuerà la causa dell’incendio che ha provocato una strage di ragazzi a Murcia.

Sinora l’ipotesi più accreditata è stata quella di un cortocircuito elettrico, tuttavia nelle ultime ore, sui social, si stanno diffondendo diversi video girati prima del rogo, che mostrano molti clienti con in mano dei mini bengala, le fontane luminose che si mettono sulle torte di compleanno o vicino alle bottiglie di champagne.

In particolare, in un video postato dalla discoteca stessa sul proprio account Instagram, si può vedere una delle feste organizzate dal locale in cui alcuni partecipanti tengono in mano questi piccoli razzi accesi mentre ballano al ritmo della musica.

Nelle immagini si vedono almeno sei persone che li tengono in mano.  E c’è chi ipotizza che siano stati loro a provocare il disastro. 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio