Attualità

La passione per Tik Tok non conosce… ostacoli. Detenuti realizzano diretta dal carcere. Rissa coi poliziotti dopo il sequestro dei telefonini

SIRACUSA – Realizzano una live dal carcere dove sono detenuti, intervengono gli agenti penitenziari e scatta la rissa subito dopo il sequestro dei telefonini trovati ai detenuti.

Il fatto è accaduto qualche giorno fa nel carcere di Augusta, in provincia di Siracusa ed il putiferio si è scatenato dopo il sequestro di due telefonini nella disponibilità di alcuni detenuti. 

La perquisizione è stata disposta dai poliziotti dopo la conclusione di una diretta su Tik Tok incredibilmente realizzata da parte dei detenuti coinvolti. Successivamente alla diffusione del video una segnalazione è arrivata al corpo di guardia della casa di reclusione.

Secondo quanto emerge dal Sippe, il comando della Polizia penitenziaria ha disposto i controlli conclusi con il sequestro dei due smartphone che ha provocato la reazione dei detenuti.

Questi avrebbero aggredito 4 agenti penitenziari, che hanno riportato ferite e contusioni, e “smantellato” la loro cella dove avrebbero anche tentato di appiccare un incendio.

La rivolta… social è stata sedata e ora sono in corso le indagini per scoprire in che modo quei telefonini sono entrati nel carcere di Augusta.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio