CronacaSenza Categoria

Marsiglia-Lione, il messaggio di Grosso: “Poteva essere tragedia”. L’allenatore rompe il silenzio dopo il ferimento da parte di un gruppo di ultras

ROMA – Tanta paura, ma anche un sospiro di sollievo per un serio pericolo scampato.

Fabio Grosso parla per la prima volta in seguito agli incidenti di domenica 29 ottobre, quando un gruppo di ultras del Marsiglia ha assaltato il pullman del Lione (e altri dei suoi tifosi), causando il ferimento dell’ex allenatore del Frosinone.

Una bottiglia di vetro lo ha colpito al volto, causandogli copiose perdite di sangue e 15 punti di sutura vicino l’occhio sinistro. Pochi centimetri e la bottiglia avrebbe potuto compromettere la sua vista.

Sui suoi profili social Grosso ha interrotto il silenzio: “Quello che è successo domenica sera poteva essere una tragedia e sicuramente lo è stata per lo sport e per tutti quelli che lo amano. Mi auguro con tutto il cuore che possa essere una lezione per il nostro futuro. Grazie a tutti per il vostro supporto e la vostra vicinanza. Forza Lione”.

Marsiglia-Lione non è stata poi giocata e sono state arrestate finora nove persone per gli episodi di violenza.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio