Economia

Siglato il patto salva-spesa: previsto un paniere di prodotti alimentari a prezzi ribassati o calmierati. Ferrero prima industria ad aderire

ROMA – “Il trimestre antinflazione inizierà domenica, il primo ottobre, con il carrello tricolore, il carrello della spesa che è quello che più colpisce le famiglie italiani”, con i prodotti alimentari ma anche i prodotti di largo consumo, dell’igiene e per l’infanzia.

Lo afferma il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, alla firma del Patto sul Trimestre Anti-Inflazione a palazzo Chigi.

“E’ importante che inizi domenica e che comprenda l’intero periodo natalizio”, per Urso, anche “per onorare una festività religiosa a cui siamo particolarmente attenti”.

“Questo patto è uno strumento attraverso cui lavoriamo insieme per calmierare i prezzi sui principali beni di largo consumo. Un’iniziativa che va al di là del valore economico, è un bel messaggio alla nazione, agli italiani, sulla capacità che l’Italia ha ancora nei momenti di difficoltà di lavorare insieme, di cercare di muoversi come una comunità per raggiungere degli obiettivi”. Lo ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni durante la sigla a Palazzo Chigi del patto sul trimestre anti inflazione con le imprese.

Il patto prevede un paniere di prodotti alimentari di base e di largo consumo a prezzi ribassati o calmierati. 

Ferrero prima industria ad aderire al patto anti-inflazione

“Aderiremo alle iniziative di contenimento dell’inflazione e stiamo per mandare la comunicazione al ministero”. Lo ha annunciato Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero commerciale Italia. L’azienda è la prima industria alimentare ad aderire al patto anti-inflazione del governo. “Noi abbiamo fatto aumenti di listino estremamente contenuti. Dal 2017 al 2022 non abbiamo fatto aumenti di listino. Lo abbiamo fatto nel 2022 – ha concluso – e ce ne sarà uno anche a partire dai prossimi mesi del 2024”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio