CronacaEsteri

Strage nel Maine,18 morti e 13 feriti. La governatrice: “La caccia all’uomo continua”

NEW YORKApre il fuoco con un fucile stile AR-15 in due diverse aree di Lewiston, la seconda maggiore città del Maine, e fa una strage.

L’aggressore, identificato nel 40enne Robert Card, ex militare istruttore d’armi, è ancora in fuga e la polizia, con l’aiuto dell’Fbi, è impegnata in una caccia all’uomo senza sosta.

La Contea di Androscoggin, dove si trova la città di Lewiston, è attualmente in lockdown: lo riporta il Portland Press Herald. Le autorità hanno invitato gli abitanti della Contea a rimanere nelle loro case e tenere le porte chiuse a chiave. Nel frattempo, l’auto del sospetto è stata trovata nella vicina cittadina di Lisbon. 

L’allarme è scattato intorno alle sette di sera: da allora decine di agenti perlustrano quella che fino a poco tempo tempo era considerata una tranquilla cittadina del Maine di 40mila abitanti. “Per favore restate in casa. Se vedete attività o individui sospetti chiamate il 911”, è il messaggio subito diffuso dalla polizia. Pubblicata dalla polizia anche una foto dell’aggressore armato e un’immagine della sua auto, una Subaru Outback bianca, augurandosi che qualcuno lo riconosca e faciliti la cattura.

Card resta ancora affiliato all’esercito nei riservisti e di recente avrebbe avuto dei problemi mentali, per i quali sarebbe stato ricoverato due settimane in estate prima di essere dimesso. Ultimamente, secondo indiscrezioni, avrebbe perso il suo lavoro.

 La polizia di Lewiston ha reso noto che l’uomo ricercato per la strage ha sparato in due luoghi e non tre come riportato in precedenza: lo scrive la Cnn.

Le sparatorie sono avvenute nella sala da bowling Sparetime Recreation e nel ristorante-bar Schemengees Bar & Grille Restaurant.

Testimoni oculari hanno affermato di aver visto persone scappare dalla sala da bowling. Lewiston si trova a circa 58 km a nord di Portland ed è la seconda città più grande dello Stato. In precedenza, i media americani avevano parlato anche di una sparatoria in un centro di distribuzione della catena di grandi magazzini Walmart. 

Mentre la caccia all’uomo procede, Lewiston fa sapere che le scuole saranno chiuse per precauzione nella giornata di giovedì. Le autorità hanno annunciato che tutti gli uffici comunali rimarranno chiusi oggi.

La caccia all’uomo continua: “se vedete Robert Card, la persona di interesse ricercata, non vi avvicinate per alcun motivo”.

Lo ha detto la governatrice del Maine Janet Mills riferendo gli ultimi sviluppi sulle sparatorie in Maine e sulla caccia all’uomo che prosegue. “Questa città non meritava un attacco del genere, non lo merita nessuna città. Sono profondamente dispiaciuta. Per me Lewiston è speciale, vi ho lavorato per anni, è dove ho incontrato e sposato mio marito”, afferma la governatrice del Maine. “E’ un giorno buio per me”, aggiunge Mills.

“Le persone che hanno perso la vita sono 18 e i feriti 13”. Afferma la governatrice del Maine, Janet Mills, nella conferenza stampa di aggiornamento sulla sparatoria di Lewiston e sulla caccia all’uomo in corso da ore, ancora senza risultati.

Il presidente Joe Biden, nel corso della cena di Stato per il premier dell’Australia Antony Albanese, è stato informato della strage e, in un colloquio con la governatrice, ha offerto tutto il sostegno federale necessario alla luce di un attacco “terribile”.  L’accaduto è destinato a riaccendere il dibattito sulle armi negli Stati Uniti.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio