AmbienteAttualità

Terremoto Campi Flegrei: si valuta un piano di evacuazione

NAPOLI – Per la zona dei Campi Flegrei “stiamo anche pensando ad un piano di evacuazione, tenuto conto del reticolo stradale di un’area di mezzo milione di abitanti fortemente antropizzata”.

Lo ha spiegato il ministro della Protezione Civile e Difesa del mare, Nello Musumeci, a margine del raduno interregionale di Protezione Civile del Nord Italia che si tiene a Milano nella sede della Regione Lombardia.

“Questi interventi andavano fatto 30, 40 anni fa ma è inutile piangere sul latte versato, dobbiamo metterci subito all’opera”, ha aggiunto. “Si lavora poi anche per capire di fronte a quale patrimonio edilizio ci troviamo, cioè il tasso di vulnerabilità del costruito – ha aggiunto il ministro Musumeci – e a una seria campagna di comunicazione e informazione, perché la popolazione deve avere la consapevolezza di vivere su un territorio a rischio. In caso di necessità essere pronta ad adottare le necessarie iniziative”.

“Stiamo individuando le risorse necessarie – ha proseguito Musumeci – e credo che in un paio di settimane la legge potrà essere varata. Si parla di decine e decine di milioni”.

“L’emergenza è ormai strutturale perché il fenomeno del bradisismo dura ormai da molto tempo, negli ultimi giorni e settimane il fenomeno si è accentuato quindi le autorità locali si sono allarmate e hanno chiesto l’intervento della protezione civile e siamo prontamente intervenuti – ha proseguito -. Io ho incontrato i sindaci anche quello della città capoluogo, siamo in contatto con la Prefettura e la Regione e abbiamo ascoltato la voce degli amministratori. Si ruota attorno a tre, quattro iniziative per dare omogeneità agli interventi, quindi abbiamo deciso di realizzare un apposito provvedimento di legge”.

“Il Governo deve essere tempestivo nell’investire in prevenzione del rischio sismico destinando immediatamente i fondi necessari ai comuni dei Campi Flegrei. I nostri sindaci, il nostro territorio, i nostri cittadini non possono essere lasciati soli. La sicurezza di tutti noi non è negoziabile e non ammette ritardi o strumentalizzazioni politiche”. Lo dichiara su Facebook la vicepresidente del Senato Mariolina Castellone.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio